Il trattamento endodontico (devitalizzazione) è un intervento odontoiatrico ambulatoriale che si rende necessario quando la polpa (il tessuto molle interno al dente) è infiammata o infetta per un danno provocato da una carie profonda, o da un trauma che ha provocato scheggiatura o incrinatura profonda.

La polpa dentaria, contenuta all’interno dei denti, popolarmente nota come nervo del dente, è in realtà un tessuto altamente specializzato costituito da arterie, vene, terminazioni nervose e cellule connettivali.

Nell’età dello sviluppo questo tessuto ha la funzione di formare la struttura calcificata del dente (dentina); nell’adulto, ad accrescimento completato, la polpa – ormai assottigliata – resta confinata nella camera pulpare e nei canali radicolari, con funzioni residuali di sensibilità al freddo e idratazione della dentina.

Con la devitalizzazione rimuove la polpa dentaria, si disinfetta il dente, lo si libera da eventuali infezioni e si sigilla lo spazio dove essa era contenuta mediante l’uso di materiali che oltre a “riempire” gli spazi liberati, sono anch’essi antibatterici. Si garantisce così il ritorno in salute del dente e delle strutture vicine.

La moderna Endodonzia si avvale di strumenti sofisticati per la diagnosi e la terapia, quali lo stereomicroscopio operatorio, i biomateriali innovativi, gli strumenti in leghe speciali che hanno una elevata elasticità che permette di ripercorrere tutte le curvature dei canali dentali senza modificarne la forma.

Questi ultimi vengono utilizzati mediante apparecchi che controllano costantemente velocità di rotazione ed attrito. Il tutto affinché si possa offrire al paziente il massimo risultato col completo controllo momento per momento.

Quindi: risultato eccellente in totale sicurezza.

Chiedi un appuntamento

× Ciao, come possiamo aiutarti?